english version: EIC - Interview

I mesi di Ottobre e Novembre sono, da anni, mesi caldi per lo iaido europeo: infatti, è a cavallo di questi mesi che si svolgono i Campionati Europei di Iaido (EIC), dove oltre ai taikai, sia individuale che a squadre, si svolgono anche il seminario con la delegazione ZNKR, il seminario arbitrale con la suddetta delegazione e gli esami da I a VII Dan. Che vi si partecipi da competitore, da arbitro o da esaminando, gli EIC rappresentano un importante evento nelle agende degli iaidoka europei, per il quale ci si prepara spesso per diversi mesi precedenti.

Personalmente, da quando ho iniziato a praticare iaido, gli EIC hanno sempre rivestito un ruolo importante per me: i primi tempi erano un modo per trovare finalmente del materiale fresco su YouTube: poi l’obiettivo di essere selezionato per prendere parte alla squadra Italiana è diventato un ulteriore stimolo ad allenarmi sempre più e meglio; infine, avendo avuto la fortuna di essere selezionato per 2 volte, la voglia di non deludere i Maestri e di esprimere al meglio il mio iaido mi spingeva ancora una volta ad impegnarmi molto in dojo durante i mesi precedenti. 

A differenza di come normalmente dovrebbe succedere, quando in questi giorni molti di noi sarebbero accomunati da sentimenti di aspettativa per l’evento alle porte, oggi purtroppo siamo accomunati dal rammarico di non poter essere insieme a praticare. 

E’ per questo motivo che abbiamo deciso di fare delle mini-interviste a chi gli EIC li ha vissuti, e li sta vivendo, da protagonista! Divisi in 3 gruppi, arbitri, campioni storici e campioni moderni, hanno risposto ad alcune domande facendoci ripercorrere la storia degli EIC attraverso le loro esperienze 🙂

Partecipare ad un evento simile suscita un turbinio di emozioni, ma quella che ho provato maggiormente e costantemente, specie sulla via di ritorno dagli EIC, è la gratitudine. La stessa gratitudine la provo oggi verso i Maestri e i compagni europei che hanno trovato il tempo di rispondere ad alcune domande con l’obiettivo di farci provare, almeno in parte, un po’ meno tristezza per la cancellazione degli EIC 2020 ed al tempo stesso ricordarci quant’è bello e importante praticare insieme, sperando di poter tornare a farlo il più’ presto possibile 🙂

clicca qui sotto per leggere le interviste

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui